Mou si difende: «Mai insultato arbitri»

Mou bacia lo stemma e si difende: «Mai insultato arbitri»

Il tecnico dell’Inter non risponde alle domande sulle tre giornate che dovrà scontare in campionato, però afferma: «Voglio vedere se qualcuno ha il coraggio di dire che l’ho insultato». Poi risponde ad Ancelotti: «Dice che tutti vogliono la nostra sconfitta? Magari gliel’ha detto qualcuno del clan»

«Ti faccio una sfida: trova un arbitro italiano che ho insultato. Voglio trovare un arbitro italiano che ha il coraggio di dire che Mourinho lo ha insultato»: lo ha detto l’allenatore dell’Inter nel corso della conferenza stampa alla vigilia della partita contro il Chelsea. Carlo Ancelotti ha detto tutti i tifosi italiani, esclusi quelli nerazzurri, tiferanno per il Chelsea: «Se lo dice lui… Magari gliel’ha detto qualcuno del clan. Io faccio il mio lavoro». Sulla sfida con i Blues: «Dobbiamo vincere domani e giocheremo per vincere – ha aggiunto – Se non riusciamo ad arrivare dove vogliamo arrivare, prenderemo dei rischi. Ma non giocheremo in modo più difensivo del solito, non saremo più chiusi, non avremo paura di rischiare».

«Hai sbagliato conferenza stampa, sei arrivato troppo presto. Questa è la conferenza stampa della Uefa per Inter-Chelsea e per questo sono qua. Devo stare qui, non sono squalificato e devo rappresentare il mio club»: così Josè Mourinho ha risposto a una domanda sulla squalifica di tre giornate inflittagli dal giudice sportivo anche per il gesto delle manette.
Anche il secondo tentativo di avere un commento da Josè Mourinho sul dopo Inter-sampdoria è andato a vuoto. A un giornalista che gli ha chiesto se teme il clima che si è creato attorno all’Inter, il tecnico portoghese ha risposto parlando delle condizioni metereologiche e del campo. «Abbiamo già giocato con neve, freddo, sole – ha detto – Adesso il clima non è male, ci sono 10-15 gradi, se piove piove pochino. Il prato è spettacolare, le condizioni del campo sono ottime, e il Chelsea non piangerà per il clima. Lo stadio sarà pieno, mi aspetto grande partita e grande clima».

Più serio sulle condizioni di Julio Cesar, protagonista domenica sera di un incidente stradale: «Non sono sicuro che giocherà, non so come si sveglia domani: dopo un incidente di macchina, non si sa mai come il corpo umano può reagire 24 o 48 ore dopo».

Il ricorso d’urgenza dell’Inter contro le tre giornate di squalifica comminate dal giudice sportivo a Mourinho per le ‘manettè e gli altri episodi in Inter-Samp di sabato scorso sarà discusso dalla Corte di giustizia della federcalcio venerdì prossimo con inizio alle 13. Nella stessa udienza saranno affrontati anche gli appelli presentati dalla società nerazzurra per i due turni di stop imposti dal giudice a Muntari e Cambiasso.

Mou si difende: «Mai insultato arbitri»ultima modifica: 2010-02-24T07:03:00+01:00da juveincampo
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento